I The Kolors sbarcano negli Stati Uniti con la versione inglese di “Italodisco”

I The Kolors sbarcano negli Stati Uniti con la versione inglese di “Italodisco”

Dopo l’enorme successo ottenuto in Italia e in Europa, i The Kolors sono pronti a portare “Italodisco” negli Stati Uniti! La hit, che ha guadagnato il doppio disco di platino in Italia e il disco d’oro in Svizzera da oggi è disponibile con un nuovo testo in inglese su tutte le piattaforme digitali e nelle radio americane.

“Italodisco” è a tutti gli effetti la hit dell’estate, con le 9 settimane passate in vetta alla classifica singoli FIMI e sulla classifica radio generale Earone. Anche su Spotify ha riscosso un grandissimo successo in tutta Europa, dove ha raggiunto la posizione #2 in Italia, #2 in Polonia, #6 in Lituania e #7 in Svizzera nelle rispettive Top 50. #1 della Viral 50 Polonia, #2 della Viral 50 Italia, #3 della Viral 50 Germania, #5 della Viral 50 Germania, #5 della Viral 5 Francia, #5 della Viral 50 Spagna, #5 della Viral 50 Belgio, #6 della Viral 50 Repubblica Ceca e #28 della Viral 50 Globale.
In cima alle classifiche di Apple Music, dove ha raggiunto la posizione #1 in Italia, #2 in Polonia, #3 in Svizzera, #3 in Lituania e #5 in Austria.
E infine nella Top 10 delle classifiche Shazam di Italia, Svizzera, Polonia – nazioni in cui hanno raggiunto la prima posizione – Austria, Ungheria, Olanda, Belgio, Spagna e Russia.

Il singolo, scritto da Stash e Davide Petrella, e prodotto da Stash, Zef e Starchild, è a tutti gli effetti un omaggio al genere che negli anni ’80 ha portato l’Italia ad essere un punto di riferimento per la musica elettronica. The Kolors attingono a piene mani dai maestri di quegli anni, tra Giorgio Moroder e Righeira, inaugurando in questo modo un nuovo capitolo nel loro percorso musicale. Cassa dritta e vibes nostalgiche si mescolano a immagini nitide e riferimenti precisi ad alcuni marchi di fabbrica della disco music italiana.

“Italodisco è venuta fuori in poche ore mentre si cercava un suono nuovo, che risultasse l’upgrade del nostro percorso pop. Innovare nel pop è sempre una grande sfida” – ha spiegato Stash a proposito della genesi del brano – “Mentre provavamo il moog in studio è partito un arpeggiatore che ci ha subito stimolato il ricordo di quel suono tutto italiano che è da sempre per noi il suono eterno dell’elettronica. La semplicità di quel synth in levare, unita alla scrittura del testo e delle melodie figlie dei giorni nostri, hanno dato vita a ITALODISCO”.

Comments are closed.